Spagna, in coda all'e-commerce nei beni di largo consumo

17, giugno 2014

Gli acquisti online rappresentano il 3,7% del fatturato del settore FMCG (senza prodotti freschi deperibili) nel mondo, ma solo l'1% nel mercato spagnolo. Lo rivela il rapporto "E-commerce in Mass Consumption" preparato dalla società di consulenza Kantar Worldpanel in 10 paesi: Brasile, Corea del Sud, Cina, Spagna, Francia, Malesia, Portogallo, Regno Unito, Taiwan e Vietnam. Secondo lo studio, questo canale raggiungerà a malapena l'1,2% nel nostro Paese nel 2016, contro il 5,2% previsto per il mercato globale. 


I paesi in cui il commercio elettronico è più sviluppato nel settore FMCG sono la Corea del Sud, con un 10% importante delle sue vendite totali, seguita di gran lunga dal Regno Unito (5%) e dalla Francia (4%), dove il concetto di trionfa.

Il nostro mercato è anche uno dei meno sviluppati in termini di attrazione e coinvolgimento dell'acquirente online. Appena il 14% delle famiglie spagnole acquista prodotti di consumo di massa su Internet, rispetto al 20% che effettua acquisti online in tutto il mondo, o più della metà delle famiglie in Corea. D'altra parte, mentre il Regno Unito ha i consumatori online più fedeli (coloro che acquistano online spendono il 20% del loro budget totale online), le famiglie spagnole dedicano solo il 6% del loro budget a questo canale.
Il rapporto identifica queste come le principali opportunità per distributori e produttori:
• Lealtà. Gli acquirenti online sono più fedeli alla catena rispetto a quelli che acquistano solo nei negozi fisici.
• Altre attività. Più della metà della spesa per l'acquisto di prodotti online è incrementale per le categorie.
• Un mondo per i marchi. Il consumatore digitale spende più parte del suo budget per acquistare il marchio del produttore.
• Cesti più grandi. Mentre nei paesi asiatici predominano i prodotti per la cura della persona e la profumeria, in Occidente spiccano i prodotti più pesanti o scomodi da realizzare. Ma in tutti i paesi i panieri online sono tre volte più alti. Nel caso della Spagna, ogni volta che acquistiamo online spendiamo in media 70 euro, contro i 30 che facciamo in negozio.
A queste false credenze si aggiunge la mancanza di un formato commerciale ben definito in Spagna.

CONDIVIDERE

Potresti essere interessato a continuare a leggere ...

      
GARROFE
Winter Company Spagna
Costertec, SA
Grafica Leca
Adequo
Plastics Juárez
Alglass, SA
Seripafero
RISOLVERE CG
Rafesa
Ramón Clemente, SA
confezione quadrupla
Traduci »

X