Verescenza diventa l'azienda di Positive Industry 2024

3 aprile 2024

Verscenza

AMEC festeggia per la seconda volta Giornata positiva per l'industria nel quartiere modernista di Sant Pau, a Barcellona, ​​una giornata in cui le aziende che incarnano i valori del Industria positiva, un movimento che difende un'industria sostenibile, che si adatta e vuole anticipare, disposto a collaborare, un'industria positiva.

L'evento è iniziato con il benvenuto di Laia Guilera, vicepresidente Amec, e la presentazione di Jordi García Brustenga, direttore generale della Strategia industriale e PMI.

Successivamente, Jordi García Brustenga e Laia Guilera hanno consegnato il premio all'azienda Positive Industry 2024. Verescenza, per essere quello che meglio rappresenta tutti i valori del movimento Positive Industry, che sostiene la necessità di mettere l'industria al centro e contribuire a un futuro industrialmente sostenibile.

inoltre, Gruppo Carinsa ricevuto il riconoscimento per l’azienda che meglio rappresenta il valore dell’anticipazione, Proquimac PFC SA ha ricevuto il riconoscimento per l'adattabilità, Gruppo Rubino riconoscimento della glocalizzazione e Industrie Tapla quello della collaborazione.

La giuria del riconoscimento è composta da: Oriol Pascual Moya-Angeler, fondatore di S2 Xpeed; Belen Viloria, direttore esecutivo di B Lab Spagna; Javier Garcia Diaz, direttore generale dell'Associazione spagnola per la standardizzazione UNE; Pelayo Corella Professore e direttore del Master in International Retail Management presso l'ESCI-UPF; e il direttore generale dell'AMEC, Joan Tristany.

Buone prospettive

Le imprese dell'Amec hanno aumentato le esportazioni nel 2023 del 5,59% rispetto al 2022, come emerge dal rapporto annuale Situazione 2023 e Outlook 2024 di Amec, la comunità delle imprese industriali internazionalizzate. Nonostante le turbolenze geopolitiche e l'aumento delle difficoltà nell'attività internazionale, le aziende Amec hanno avuto una propensione all'export del 53,9%. Un trend destinato a proseguire, dal momento che il 68,7% delle aziende prevede di continuare ad aumentare le proprie esportazioni nel 2024, e stima che lo farà complessivamente in percentuale del 6,86%. Quasi nove aziende su dieci hanno chiuso lo scorso anno in utile e sei su dieci hanno aumentato la propria forza lavoro, una percentuale superiore a quanto previsto l'anno precedente.

Francia, Stati Uniti e Portogallo mantengono la loro posizione di primi mercati di destinazione nel 2023, anno in cui 13 aziende hanno aperto 18 nuove filiali, quasi il doppio rispetto al 2022. Un totale di 142 aziende Amec hanno 664 sedi all'estero. Questa tendenza è dovuta al crescente interesse dei clienti ad avvicinare la produzione al proprio territorio, che alimenta il fenomeno della glocalizzazione, fattore di competitività promosso da Amec. Entro il 2024, nella classifica dei mercati di maggiore interesse per le imprese, Stati Uniti, Francia, Messico e Germania si ripeteranno nelle prime posizioni. Al di sotto di questi mercati spicca l’ascesa dell’Arabia Saudita, passata dall’11° posto nel 2023 al 6° nel 2024.

Il 90,4% delle imprese dichiara di aver incontrato notevoli difficoltà nello sviluppo della propria attività internazionale nel 2023, un dato che, seppur molto elevato, è in diminuzione rispetto al 2022.

Praticamente nove aziende su dieci hanno implementato qualche tipo di misura di sostenibilità ambientale. In questo ambito le misure più applicate sono l'ottimizzazione della gestione e del riciclo dei rifiuti (58,6%), il consumo di energia da fonti rinnovabili (50,5%) e l'aumento dell'utilizzo di materiali riciclati (47,4%).

In media, le aziende hanno destinato il 4,48% del proprio fatturato all’innovazione nel 2023, principalmente in ambiti legati allo sviluppo di nuovi prodotti.

La previsione delle imprese industriali internazionalizzate è, per la maggior parte, quella di mantenere o aumentare il personale. Tuttavia, nove aziende su dieci hanno difficoltà ad attrarre e trattenere i talenti.

Amec promuove nuovi fattori chiave di competitività

La comunità delle imprese industriali internazionalizzate Amec promuove i nuovi fattori chiave della competitività delle imprese spagnole: anticipazione, adattabilità, collaborazione, globalizzazione e sostenibilità. Le aziende che fanno parte di Amec generano un volume di esportazioni di oltre 7.800 miliardi di euro, esportano in media il 53,9% del fatturato e investono in innovazione il 4,5%.

Potresti essere interessato a continuare a leggere ...

Hinojosa fattura 820 milioni di euro nel 2022

Hinojosa Packaging Group ha chiuso lo scorso anno con un fatturato di 820 milioni di euro, il 27% in più rispetto al 2021. L'azienda ha così mantenuto il trend di crescita degli ultimi...

Rivelati i vincitori dei PLD e ADF Innovation Awards

L'azienda Easyfairs, organizzatrice della Paris Packaging Week, ha chiuso l'evento svelando i vincitori dei premi PLD e ADF Innovation. Le giurie che presiedono queste due cerimonie o...

Pentawards presenta la tabella dei 20 più grandi vincitori di tutti i tempi

Pentawards, il concorso di packaging design più prestigioso al mondo, ha rivelato la sua classifica dei primi 20 vincitori; agenzie di design, marchi, liberi professionisti, università, e ...

Stoelzle Glass Group, premiato agli UK Packaging Awards 2022

Stoelzle Glass Group è stata premiata agli UK Packaging Awards 2022 per la bottiglia di gin Dragon Slayer, nella categoria miglior confezionamento di un nuovo prodotto. Il design della bottiglia e del g...

L'Oréal, premiato per la sua eco-ricarica Elsève prodotta da Arcade Beauty

L'Oréal ha appena ricevuto un premio PCD per la sua custodia 3D Elvive Color. La ricarica protettiva Elsève Elvive Color Vive in PE mono è riciclabile e permette un risparmio di materiale del 75% rispetto al...

Otto contenitori e imballaggi spagnoli vincono i WorldStar Awards 2024

Foto: TUPack di Smurfit Kappa. Con otto premi, la Spagna resta, anche quest'anno, tra i dieci paesi con più trofei ai WorldStar Awards 2024, il concorso globale di packaging organizzato da...
Traduci »