Ecogots raddoppia il fatturato arrivando a 2,5 milioni di euro

6 di febbraio 2024

Joan Cristina e Elisabet Zaragoza sono le creatrici di Ecogots

Foto: Joan Cristina e Elisabet Saragozza Sono i creatori di Ecogots. Ecogot, azienda che produce tazze con lolla di riso del Delta dell'Ebro, ha raggiunto un volume di vendite di 2,5 milioni di euro, una cifra che raddoppia il fatturato dello scorso anno (1,2 milioni di euro). Durante questo stesso esercizio, l'azienda ha prodotto più di 5 milioni di occhiali e le aspettative per il 2024 sono altrettanto ottimistiche.

Nel corso dell'anno Ecogots ha prodotto complessivamente 200 tonnellate di bicchieri utilizzando la lolla di riso, materiale brevettato dall'azienda stessa con il nome Oryzite®. Grazie a questa formula pionieristica, l’azienda è riuscita a risparmiare più di 120 tonnellate di plastica nei suoi processi produttivi. Con questo metodo, l'azienda non solo ha consolidato la propria posizione sul mercato, ma si è anche guadagnata la preferenza sia delle aziende organizzatrici di eventi che delle catene di ristoranti e caffetterie che cercano un cambiamento nel consumo dei propri clienti con opzioni più sostenibili e rispettose dell'ambiente.

Alcuni degli eventi degni di nota che hanno già caratterizzato la firma di Cubelles sono stati Sónar 2023, il Festival di Sitges o il Mercato Medievale di Vic, tra tanti altri marchi, enti e comuni che, con il loro impegno a favore di Ecogots, hanno contribuito in modo significativo alla riduzione delle tonnellate di plastica che, altrimenti, sarebbero finite nelle discariche dopo lo svolgimento di questi eventi. Senza andare oltre, nell’ultima edizione del Sónar sono stati utilizzati 500.000 bicchieri Ecogots, che hanno consentito di risparmiare l’equivalente di 9 tonnellate di plastica.

15 anni di ricerca e sviluppo

Ecogots è il risultato di una ricerca iniziata nel 2008 come sfida al problema delle tazze riutilizzabili in polipropilene, comunemente utilizzate nei festival e negli eventi sportivi. A questo punto sorge una domanda chiave: è possibile realizzare tazze resistenti utilizzando materie prime alternative per ridurre l’uso della plastica?

Dopo 15 anni di ricerca rigorosa e l'ottenimento di un vetro efficace e sicuro, Ecogots vede finalmente la luce nel 2020 e si posiziona come l'unica azienda in Europa a produrre occhiali in Oryzite®.

Come risultato di questo sviluppo, Ecogots incorpora il 60% di lolla di riso per sostituire il polipropilene. Grazie a questa combinazione di materiali, non solo si risparmia un'alta percentuale di plastica, ma Le tazze sono altamente riutilizzabili, anche prima del riciclaggio.

Le tazze Ecogots sono progettate per resistere a più di 200 lavaggi e al termine della loro vita utile possono essere restituite all'azienda stessa, che le ricicla completamente per realizzare nuovi prodotti, chiudendo così il ciclo in modo sostenibile.

Questo metodo di produzione consente di ridurre del 72% le emissioni di CO2 e consente un risparmio energetico grazie a cicli più brevi e alle eccezionali proprietà tecniche del materiale. Inoltre tutta la lavorazione è realizzata con materie prime provenienti dal territorio (non importate). Le lolle di riso vengono raccolte nei campi del Delta dell'Ebro, per questo l'azienda privilegia anche l'utilizzo di prodotti a KM 0.

La versatilità di questi bicchieri si distingue per la resistenza alle temperature estreme, che li rende adatti sia alla lavastoviglie che al microonde. Inoltre, hanno design personalizzabili al 100%, permettendoti di creare l'opzione perfetta che si adatta ai gusti dei tuoi clienti o allo stile dell'evento. Infatti, L'estetica degli Ecogot invita gli utenti a conservarli come ricordo dell'evento o a riutilizzarli nella vita quotidiana.

L’azienda sta attualmente valutando la possibilità di espandere la propria linea di prodotti riutilizzabili per fornire opzioni più sostenibili a settori chiave come quello dell’ospitalità e del tempo libero. Con l'introduzione di nuovi prodotti, come ciotole o tupper, Ecogots cerca di soddisfare ulteriori bisogni legati al consumo e al trasporto di alimenti e bevande, offrendo così soluzioni innovative ad aziende, comunità e privati.

Potresti essere interessato a continuare a leggere ...

Le esportazioni rallentano in uno scenario complesso

Il Ministero dell'Industria, del Commercio e del Turismo ha pubblicato oggi il rapporto sul commercio estero, gennaio-giugno 2023, che indica che le esportazioni spagnole sono aumentate del 4,7% rispetto allo stesso periodo...

Nuovo hub internazionale di ingegneria BASF con uffici a Tarragona e Madrid

BASF ha presentato i risultati economici per l'anno 2022 in Spagna. Il fatturato del Gruppo nel Paese raggiunge i 1.562 milioni di euro, che rappresenta una crescita rispetto all'anno fiscale...

ABB in Spagna aumenta le sue vendite del 17% e raggiunge un fatturato di quasi 500 milioni di euro in 20...

ABB, azienda leader nell'ingegneria industriale e nell'automazione, ha presentato i risultati economici per il 2021 in Spagna, registrando 5641 milioni di euro di vendite, che rappresentano una crescita di...

Bumerang presenterà a Mobile due soluzioni di economia circolare

La startup catalana Bumerang presenterà al 4YFN, evento svoltosi parallelamente al Mobile World Congress, due soluzioni di economia circolare: una macchina di restituzione intelligente e 'Bumerang Tap...

Verallia premia tre modelli di vasetti riutilizzabili

Il Verallia Glass Design and Creation Contest ha premiato, alla sua nona edizione, i design più sostenibili, in un bando congiunto tra Spagna e Portogallo, in cui 1...

Il Gruppo Alzamora aumenta le proprie esportazioni del 41%

Il Gruppo Alzamora, gruppo leader nella produzione di imballaggi in cartone, ha chiuso l'esercizio 2021 con un fatturato di oltre 41 milioni di euro, che rappresenta una crescita del 25% rispetto al 2020. Inoltre, il...
Traduci »